Consenso trasversale per il programma del mondo venatorio.
16152
post-template-default,single,single-post,postid-16152,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-13.5,qode-theme-bridge,qode_advanced_footer_responsive_1000,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
Forza Italia Berlusconi

Elezioni Politiche 2018. Consenso trasversale per il programma del mondo venatorio

Unanime condivisione delle forze politiche sul ruolo importante dell’attività venatoria
nella gestione faunistico-ambientale è emersa durante incontri realizzati in queste
settimane dalla Cabina di regia del mondo venatorio con gli esponenti di LeU, Fratelli
d’Italia, PD, Più Europa, Civica Popolare, Noi con l’Italia, Forza Italia e Lega.

La campagna elettorale in vista delle elezioni politiche del 4 marzo sta entrando nel vivo inasprendo
le contrapposizioni tra le diverse forze politiche in campo. C’è un tema, però, che sembra superare
le tradizionali divergenze programmatiche, registrando invece un consenso trasversale nella
maggioranza assoluta degli schieramenti.

Si tratta del riconoscimento del ruolo del mondo venatorio e della figura del cacciatore nella
gestione dell’equilibrio faunistico-ambiente, indispensabile per la salvaguardia della biodiversità.

In queste settimane ricche di incontri e colloqui, i rappresentanti della Cabina di regia del mondo
venatorio – Caccia, Ambiente e Ruralità, costituita da ANLC, ANUUMigratoristi, ARCI Caccia,
Enalcaccia, EPS, FidC, Italcaccia e da CNCN (Comitato Nazionale Caccia e Natura) – hanno,
infatti, incontrato importanti esponenti di quasi tutti gli schieramenti che si contendono il prossimo
governo del Paese, riscontrando unanime apprezzamento nei confronti delle istanze presentate alla
politica, dettagliate in punti programmatici precisi per rilanciare un’immagine corretta, reale, e non
manipolata dell’attività della caccia praticata nel pieno rispetto della legalità e in armonia con
l’equilibrio naturale.

A sottoscrivere gli impegni citati una “grande coalizione” che va da Liberi e Uguali fino a Fratelli
d’Italia, passando per il PD, Più Europa, Civica Popolare, Noi con l’Italia, Forza Italia e Lega.
A seguire l’elenco completo dei candidati firmatati: Adolfo Orfini (LeU), Raffaella Paita, Paolo
Petrini, Matteo Favero, Gianpiero Bocci, Stefano Vaccari, Marina Berlinghieri , Francesco Prina,
Antimo Di Francesco (PD), Sergio Stumpo (Più Europa), Maura Antonella Malaspina, Ignazio
Messina (Civica Popolare), Giancarlo Cerrelli (Centro Destra), Gaetano Quagliariello, Franco Lo
Conte, Giuseppe Bicchieri, Lorenzo Cesa, Nicoletta Barbato, Nunzio Testa, Eugenia Roccella,
Francesco Talarico, Giulio Cesare Sottanelli (Noi Con l’Italia), Sergio Torromino, Catia Polidori,
Filiberto Franchi, Nunzia De Girolamo, Antonio Baldelli (Forza Italia), Jacopo Morrone, Giancarlo
Giorgetti, Flavio Di Muro, Francesco Bruzzone (Lega), Guido Crosetto, Francesco Lollobrigida,
Massimiliano Carullo, Antonio Baldelli, Riccardo Zucconi (Fratelli d’Italia).
Roma, 20 febbraio 2018