Impegno Politico - Sergio Torromino
15557
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15557,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-13.5,qode-theme-bridge,qode_advanced_footer_responsive_1000,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
Claim Sergio Torromino

IMPEGNO POLITICO

 

Nel 2016 stanco della situazione di stallo e di inerzia in cui versa il suo comune, quello di Crotone, insieme ad un gruppo di imprenditori decide di dar vita ad un movimento politico che ha come scopo fondamentale quello di risvegliare la città dal torpore che la avvolge dopo 10 anni di giunta Vallone e che negli ultimi 2 ha visto la città sprofondare in una situazione di buio e di stallo: le Tre Elle, di cui Antonio Argentieri Piuma rappresenta il candidato a sindaco per la città di Crotone e Sergio Torromino come primo candidato in lista del movimento. Il risultato finale vedrà Ugo Pugliese eletto sindaco e Sergio Torromino eletto come consigliere di opposizione, ruolo che ancora oggi ricopre con atteggiamento costruttivo nei confronti della giunta attuale con l’unico scopo prefissatosi cioè mettersi al servizio dei cittadini della città di Crotone.

Nell’Aprile 2017, dopo poco meno di un anno diventa coordinatore provinciale di Forza Italia per la provincia di Crotone nominato da Jole Santelli e assume la responsabilità del partito della sua provincia. A distanza di 8 mesi arriva la candidatura alla Camera dei Deputati alle elezioni politiche del 4 Marzo 2018 e ciò che ha spinto la sua squadra a proporre ai vertici nazionali la sua candidatura è un innato amore e senso del dovere nei confronti di una città che gli ha dato tanto, ma soprattutto nei confronti delle  tante persone che come lui hanno deciso di non abbandonare questa meravigliosa terra che può esprimere molto sia grazie alla sua connaturale posizione geografica sia grazie alle sue caratteristiche peculiari che la natura le ha donato.

LA CANDIDATURA ALLA CAMERA DEI DEPUTATI

 

Orgoglio e soddisfazione si mescolano in Sergio Torromino che con l’ottenimento della candidatura alla Camera dei Deputati con il sistema proporzionale, correrà alle elezioni politiche 2018 con l’intento di sedere ai tavoli decisionali del governo nazionale per dare voce al territorio calabrese. L’intento è quello di incidere a livello nazionale e creare le condizioni necessarie prima di tutto per lo sviluppo turistico che è il settore verso cui protende naturalmente la gran parte della Calabria. È necessario creare le infrastrutture che servono a spingere lo sviluppo del territorio; lo sviluppo di servizi e di infrastrutture è necessario anche per facilitare eventuali nuove iniziative industriali che dopo i fasti dello sviluppo industriale degli anni 80 difficilmente riescono ad attecchire sul nostro territorio.

Nessun dubbio e nessuna esitazione in Sergio Torromino, che è per natura un tipo caparbio, lotta sempre per quello in cui crede e dà sempre il massimo nelle cose che fa; è molto concreto, come d’altronde lo sono gli imprenditori, e quindi conscio del fatto che dal punto di vista politico ha ancora molto da imparare e che l’ambito dal quale lui proviene è più concreto, dove i risultati prodotti sono sotto gli occhi di tutti. Partendo da qui, dalla sua esperienza imprenditoriale trentennale, il suo intento principale è quello di azzerare il gap che esiste tra Sud e Centro, senza cercare paragoni con il Nord che purtroppo non possono reggere con l’attuale realtà meridionale, incentivando le persone a restare e a fare impresa sul proprio territorio. E proprio per questo la scelta di libertà di Sergio Torromino, come lui stesso ha detto, si chiama CALABRIA; una Calabria dove rimanere e mettere radici salde, aiutandola ad avere lo sviluppo che merita.